• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

volley-99-15-dic-2012I giallo-blu vengono fermati per 3-1 sul campo del Nardò, staccandosi dalla vetta della classifica.
Oggi con il Taranto per ripartireSe si volesse fare un breve riassunto dell’ultima trasferta, si potrebbe racchiudere tutto in “una gara da dimenticare”, per tanti motivi.


Il Volley Alberobello esce brutalmente sconfitta dal Tensostatico di Nardò, arrendendosi troppo facilmente per 3-1 contro i padroni di casa. Sin dall’inizio il sestetto messo in campo da Mister Pugliese non riesce ad imporre il gioco visto nelle precedenti gare, subendo proprio nei fondamentali che lo avevano caratterizzato, ossia la battuta e l’attacco. Dall’altra parte una squadra, quella del Nardò, che cinicamente ne approfitta, mettendo a terra pochi ma buoni palloni e aggiudicandosi così il primo set per 25-21.
Nel secondo set i giallo-blu sembrano voler dare una sterzata alla gara, portandosi subito in vantaggio; tuttavia il Nardò non cede di un colpo, recuperando lo svantaggio iniziale; si arriva dunque ad una lotta punto a punto ma alla fine, seppur con un po’ di fatica, il set viene vinto dall’Alberobello per 25-23, rimettendo in carreggiata la partita. Nonostante un buon avvio, l’attenzione cala nuovamente nel terzo set, dove sale il nervosismo per alcune decisioni arbitrali che fanno alquanto discutere; la squadra si disunisce, non trovando la via d’uscita e a farne le spese sono il mister (espulso) e D’Elia (ammonito). Il set scivola via in favore degli avversari per 25-21.
La strada si complica, ma i giallo-blu provano a limitare i danni, partendo bene nel quarto set. Tuttavia la calma ritrovata viene nuovamente compromessa da altri errori del direttore di gara; questa volta è Basile a subirne le conseguenze aumento il bilancio a tre ammonizioni e due espulsioni solo per l’Alberobello. L’ultimo amaro episodio è l’infortunio occorso al libero Notarangelo il quale, nell’invano tentativo di recuperare una ricezione sbagliata, si procura una lussazione sbattendo violentemente contro le transenne della zona pubblico. A questo punto l’Alberobello tira i remi in barca, perdendo la gara al quarto set per 25-18.
Nell’intervista post-partita il vicepresidente Sisto afferma:”Una sconfitta senza attenuanti che servirà molto a riflettere; non troviamo alibi sugli errori dell’arbitro ma bisognerà fare il “mea culpa” su diversi aspetti.
Il primo su tutti è l’errore di avere sottovalutato la gara, pensando già ad un’ipotetica vittoria che ci avrebbe permesso di conquistare la vetta della classifica. Non per ultimo l’aspetto mentale, non tenendo sempre alta la concentrazione e facendosi influenzare su fattori esterni come il pubblico e direzione della gara. Tuttavia il cammino non si interrompe quì; la squadra, in linea con i programmi iniziali, sta facendo molto bene e credo continuerà a farlo anche nella prossima gara di campionato”.
Nella prossima gara, infatti, i giallo-blu ospiteranno il fanalino di coda Fidas Taranto. Per l’intera squadra è l’occasione per riprendere il cammino interrotto, dando la possibilità ai giocatori poco utilizzati di mettersi in mostra, sostituendo quelli assenti, ma senza sottovalutare l’importanza della gara.

Federica Mancini

Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: