• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

federica-articolo-volleyFederica Mancini ha 14 anni, ha idee chiare e ben precise. Da grande vorrebbe diventare una fotoreporter, mentre l'anno prossimo frequenterà il primo anno delle scuole superiori. Industriale o agrario sarà il nodo ancora da sciogliere.

Il suo presente si chiama pallavolo, la sua grande passione. Della Living Alberobello non solo è giocatrice della formazione under 14, ma anche addetto stampa. Volley come aggregazione sociale, ma anche un modo per comunicare all'esterno il valore promozionale di una disciplina sempre più preferita dai giovanissimi. "Frequento la terza media ad Alberobello - racconta Federica a Piero Giannico - e sin da piccola ho avuto la pallavolo nel mio dna". Così la giovane pallavolista, attraverso i social network contatta la nostra redazione per comunicare quello che di importante si sta facendo ad Alberobello, località famosa in tutto il mondo per i celebri 'trulli'.
"Gioco nella squadra under 14 del mio paese, e siamo un gruppo di giocatrici affiatate che cerchiamo di onorare la maglia che portiamo per dare lustro alla città di Alberobello. In palestra ci impegniamo tantissimo, cercando sempre di seguire le indicazioni dei nostri allenatori. E la nostra passione passa anche attraverso la comunicazione e le possibilità che abbiamo". E come? "I social network, ad esempio, sono il mezzo migliore per noi di poter comunicare, anche se siamo una under 14. L'utilizzo corretto di internet per promuovere l'immagine del nostro club". La Puglia è una delle culle per antonomasia della pallavolo italiana e conserva una tradizione di largo respiro. Alberobello ha assaporato il palcoscenico della B1 qualche anno fa, quando dopo la fusione con il Fasano, aveva dato vita ad una stagione di grande livello.
Con gli occhi della pallavolista, ma anche della tifosa Federica sottolinea: "Per noi avere avuto in passato una Serie B1 è stato motivo d'orgoglio e di traino per tutto il movimento. Certo la crisi ha colpito anche lo sport, ma ad Alberobello l'impegno della nostri dirigenti è da ammirare perchè tra mille difficoltà garantiscono ogni anno la possibilità a tutti noi tesserati di poter coltivare la nostra passione per la pallavolo". E aggiunge: "Ricordo gli anni della B1 quando vedevo giocare nella mia terra campioni del calibro di Barbone o avere la fortuna di aver avuto un allenatore come Lorizio che oggi sta facendo grande il Molfetta". E Federica? Con quali occhi guarda il suo futuro? "Certo vorrei tanto potermi laureare un domani e parallelamente mi piacerebbe arrivare a giocare in B2. Per me sarebbe già un grande traguardo, unitamente a quello di poter continuare a comunicare ad alti livello magari nella mia Living".
Nella città dei 'trulli', intanto, la tradizione del maschile continua, grazie al Volley Alberobello portata avanti da una classe dirigenziale di primo livello e dall'infaticabile Claudio Sisto, mentre la femminile vanta collaborazioni con la Uisp 80 Putignano. Proficua è infine l’asse tra Volley Alberobello e Living per l’attività di promozione per quel che concerne il minivolley. Tra palco e realtà, un sogno chiamato pallavolo, parola di Federica.

Fonti:
Dal Portale MSN "Notizie Sport"
Dal portale Libero "Sport"
Dal Portale Tiscali "Sport"

Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: