• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

4_20110222141052_oppini_dachauliedTrama

Storia ispirata ad un flashback della vita del compositore e musicista viennese della Filarmonica di Monaco, Herbert Zipper.

Un viaggio della memoria e per la memoria: dai lager di Dachau alla “Casa rossa” in Alberobello, ex campo di concentramento per internati ebrei ed i perseguitati dal regime.

Qui Zipper incontra i suoi amici della Filarmonica di Monaco e li esorta a non soccombere allo slogan “Arbeit macht frei” (Il lavoro rende liberi), ma ad interpretare lo stesso in modo da riconquistare la loro dignità umana, lesa dalla violenza nazista.

Riconoscendo alla Musica funzioni terapeutiche, induce i suoi compagni di “viaggio” a condividere il suo motto di salvezza “Finché c’è la musica, c’è anche la speranza”, sotto testo “non arrenderti mai”. Quindi, li sollecita a costruire rudimentali strumenti musicali, con materiale povero da recuperare tra i rottami sparsi nei campi di concentramento; a Jura Soyfer, poeta e drammaturgo,gli affida il compito di comporre un testo, lasciando a se stesso la parte musicale.

Nasce la “Canzone di Dachau”, suggerendo di memorizzare parole e musica, solo nella testa, durante i lavori nei campi, per non destare sospetti. Nasce una piccola orchestra clandestina diretta dallo stesso Zipper, che suona in latrine gelide e maleodoranti, nell’esigue tregue concesse. Dachaulied divenne l’inno di resistenza antinazista e regalò una speranza a milioni e milioni di condannati a morte durante l’Olocausto.

"Dachaulied" è stato sostenuto da:
Cinecittà Luce
Regione Puglia (Settore Attività Culturali)
Provincia di Bari (Assessorato alla Cultura)
Comune di Alberobello
Forum Austriaco di Cultura


Cast

LocandinaAttori: Franco Oppini, Giulio Beranek, Christian Palmisano, Gianni Locorotondo
Soggetto:
Rina La Gioia
Sceneggiatura: Rina La Gioia
Musiche: Carmine Fanigliulo
Costumi: Fabiola Palmisano
Scenografia: Rina La Gioia
Fotografia: Marche Van Put

Regia: Rina La Gioia, Christian Palmisano
Anno di produzione: 2010
Durata: 33'
Tipologia: mediometraggio
Paese: Italia
Produzione: La Misenscène, Fondazione Casa Rossa Onlus
Formato di proiezione: colore e bianco/nero
Ufficio Stampa: Zètema Progetto Cultura
Titolo originale: Dachaulied

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Tramalocandina

Giada Gardini (Carmen Trigiante) torna nel suo paese per il funerale di sua madre (L. Troshel). Tra le turbolenze degli scontri col padre (N. Castelnuovo) e le ambiguità di Rachele (Milena Miconi), avvenente direttrice dell' albergo di famiglia, Giada cerca di capire cosa abbia spinto sua madre al suicidio. Una serie colpi di scena portano a rivelazioni raccapriccianti: sua madre era diventata adepta di una setta e sembrava aver iniziato a soffrire di manie di persecuzione. Travolta in una corsa a ostacoli, tra spietati raggiratori, esperienze scioccanti vissute in prima persona all’ombra dei riti propiziatori e incalzanti minacce di morte, Giada si troverà intrappolata in una rete che farà vacillare ogni certezza. In un labirintico incrocio di suspance, mistero e subdoli giochi di seduzione, la vita è il prezzo da pagare per ogni errore di valutazione e chiunque può rivelarsi un potenziale nemico: Roberto, suo amico di sempre; Diego (Danny Quinn), affascinante e solerte ispettore di polizia; Fabrizio (Gerardo Amato), imprenditore senza scrupoli; Veronica (Lorenza Guerrieri), fidata amica della mamma, e perfino il parroco, Padre Edo (N. Gazzolo), custode di inimmaginabili segreti.


Cast

Il sottile fascino del peccato - Riti e magie nere tra i trulli di Alberobello - Anno 2010

Regia: Franco Salvia
Soggetto: Franco Salvia
Sceneggiatura: Franco Salvia

Interpreti: Milena Miconi, Carmen Trigiante, Nino Castelnuovo, Lorenza Guerrieri, Gerardo Amato, Laura Troschel, Raffaello Tullo, Fabrizia Martano, Danny Quinn, Nando Gazzolo
Fotografia:
Luigi Ciccarese
Musica:
Luca Centomani
Costumi:
Mariateresa Galiano
Produzione:
Idotea di Franco Salvia, Surf Film


sottile_2

sottile_4sottile_1

sottile_3

sottile_5

sottile_6


Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

bah2BACHNA AE HASEENO (t.l. Belle ragazze attente)
Regia: Siddharth Anand
Attori:  Ranbir Kapoor, Minissha Lamba, Deepika Padukone – India 2008

Il film racconta la giovinezza di Raj Sharma nell’arco di un quindicennio circa, dai diciassette ai trenta anni.

Lungo le sue peregrinazioni il giovane fa diversi incontri, i più importanti dei quali riguardano tre donne: la prima è Radhica Mahl, una ragazza affascinante di Mumbai, la seconda è Mahi, che vive in una cittadina del Punjab e infine Gahiatri una giovane indiana residente in Australia.

Poiché il protagonista, Ranbir Kapoor, è un famoso attore-cantante molto amato dal pubblico indiano, Belle ragazze attente concede grande spazio ai numeri musicali, sì da farne un vero e proprio musical targato Bollywood.

Altra particolarità del film è costituita dai vari luoghi in cui sono ambientate le diverse fasi della giovinezza del protagonista, fuori dei confini indiani.

Fra queste ci sono tre località pugliesi: la Baia delle Zagare a Mattinata, Alberobello e Santa Cesarea Terme.


bachna_ae_haseen-1bachna_ae_haseen-2

bachna_ae_haseen-1

bachna_ae_haseen-1


Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

locandina_Le_BandeTrama

Massimo e Federica rimangono orfani di madre a causa dei contrabbandieri. Il veicolo su cui viaggiano insieme ai genitori, scambiata per un’auto civetta della G.d.F. viene infatti intenzionalmente mandato fuori strada dalle auto blindate dei banditi, interessati a salvaguardare i propri traffici anche a costo della vita di poveri innocenti. I superstiti restano ovviamente segnati da questa traumatica esperienza e, crescendo, Massimo si lascia coinvolgere in attività illegali: probabilmente non ha più nulla da perdere.

Egli è clarinettista in una famosa banda del sud, insieme a Federica che suona il flauto traverso. Durante le feste di paese cui partecipa la banda, Massimo sfrutta la tipica situazione di gioiosa confusione per compiere furti di preziosi. Da questi passa in breve a vere e proprie truffe, del cui smercio si occupano i malavitosi che fanno da ricettatori per la merce che egli ruba.

Il ragazzo, con la sorella, un amico e una zingara incontrata occasionalmente, mette su una vera e propria banda, che sarà l’alter ego di quella musicale di cui fa parte. Dopo rischiose vicissitudini Federica, che all’epoca dell’incidente aveva visto in faccia un bandito, lo riconosce attraverso un quotidiano in uno dei ricettatori con cui lavora il fratello.

Massimo, informato, piuttosto che provare a tirarsi fuori dalla pericolosissima situazione, decide di collaborare con la Guardia di Finanza facendo da esca per arrestare i contrabbandieri. L’operazione va a buon fine, i ragazzi riscattano il proprio futuro ed ottengono vendetta, non potendo essere risarciti del doloroso passato.


Cast

Regia: Lucio Giordano
Interpreti:
 Massimo Giordano, Federica Gomma, Frank Lino, Marcello Rubino, Roberto Berardi, Rita Del Piano, Michele Di Virgilio, Vincenzo Monti, Franco Greco
Durata:
 h 1.59
Nazionalità:  Italia 2005
Genere: drammatico
Al cinema nel Febbraio 2006


Trailer

https://www.domasyafilm.it/le_bande/trailer.htm


002

012

020

025032

gdm_06_09_05

Trama e foto dal Sito della Domasya Film


Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

locandina_filmTrama

Mentre Anna Petrovic, giovane jugoslava, aspetta sul molo di Trieste l'arrivo di suo marito, prigioniero di guerra, questi viene ucciso da mano ignota, al momento di toccar terra.

Priva di documenti, Anna viene inviata nel campo di concentramento d'Alberobello, in Puglia, dove sono riunite donne d'ogni nazione.

Tutti i vizi, le miserie, le abiezioni, le sofferenze, sono largamente rappresentate tra queste infelici.

Anna, che è incinta, non può sopportare il pensiero che il figlio tanto atteso possa nascere nel campo ed esserle poi tolto.

Con l'aiuto del dentista del luogo e d'Yvonne, una francese che è riuscita ad uscire dal campo, tenta inutilmente la fuga.

Quando ha le doglie, le compagne, che hanno organizzato uno spettacolo di varietà, lo prolungano per distrarre l'attenzione delle guardie.

Anna dà alla luce un bimbo: Yvonne s'è procurata un documento falso per farla uscire; ma tutto è inutile.

Anna muore. Richiamato dai vagiti del neonato, un brigadiere, che ha perduto moglie e figlio, mente al proprio colonnello, dichiarando d'essere il padre del bimbo.

Egli dovrà rinunciare alla carriera, ma il bambino avrà un padre.


Cast

donne3Regia Geza von Radvanyi

Attori
Illoria Dor, Anna Maria Alegiani, Eva Breuer, Gino Cervi, Ann Castel,Valentina Cortese, Irasema Dilián, Susan Donnell, Maria Del Vivo, Mario Ferrari,Nada Fiorelli, Nyta Dover, Claudio Ermelli, Gina Flachenberg, Vivi Gioi, Marianne Leibl, Guglielmo Leoncini, Lamberto Maggiorani, Anna Maestri, Françoise Rosay

Sceneggiatura
Géza von Radványi, Fausto Tozzi, Corrado Alvaro, Geza Herezog,Liana Ferri, René Barjavel

FOTOGRAFIA: Gábor Pogány
MUSICHE: Roman Vlad

Durata: 01:30:00
Data di uscita: 1949
Genere: Drammatico
Location: La "Casa Rossa" Campo di Internamento ad Alberobello
Distribuito da: E.N.I.C. - REGIONALE
PRODUZIONE: NAVONA FILM

412782436_a0f748d0d6donne_senza_nome_simone_simon_geza_von_radvanyijpg

donne_senza_nome_simone_simon_geza_von_radvanyi-2


CRITICA: 

"Il triste ambiente di un campo di concentramento, che ospita donne indesiderate di ogni nazionalità, ha ispirato a Radvany un nfilm che a momenti di inneggabile efficacia emotiva alterna scene in cui la drammaticità è più voluta e sentita. Di questi squilibri il lavoro risente nel ritmo e quindi nei suoi valori artistici e spettacolari. Generalmente di buon livello l'interpretazione". (A. Albertazzi, "Intermazzo", n. 7 del 15/4/1950).

NOTE: 
IL FILM HA ANCHE UN SOTTOTITOLO "LE INDESIDERABILI" ED IN FRANCIA E' USCITO COL TITOLO "FEMMES SAN NOM".REV.MIN. - 10.1998.LO SCENOGRAFO DARIO CECCHI NON RISULTAVA NEI TITOLI DI TESTA.

PRESENTATO ALLA 66. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2009) NELLA SEZIONE "QUESTI FANTASMI 2".

Sottocategorie

In questa sezione trovate tutte le manifestazioni che si svolgono ad Alberobello nel corso dell'anno e che si ripetono ormai da più anni.

santi_medici

Festa dei Santi Cosma e Damiano: Programma Religioso e Civile - Foto e video della Festa - Pubblicazioni
Altri avvenimenti organizzati dalla Parrocchia

MANIFESTO thumb cat

Festa Santi Medici 2018 - Programma

Concerto

Book sfogliabile della Rivista
"La Festa dei Santi Cosma e Damiano Patroni di Alberobello" 2018

MANIFESTO thumb cat

Festa Santi Medici 2017 - Programma

Concerto Antonella Ruggiero con l'Orchestra Terra D'Otranto

Book sfogliabile della Rivista
"La Festa dei Santi Cosma e Damiano Patroni di Alberobello" 2017

ss medici 2016

Festa Santi Medici 2016 - Programma

Concerto "Orchestra Terra D'Otranto"

Book sfogliabile della Rivista
"La Festa dei Santi Cosma e Damiano Patroni di Alberobello" 2016

MANIFESTO-2014

Festa Santi Medici 2015 - Programma

Concerto "Palasport" Pooh Cover Band

Dalla Rivista della Festa le seguenti interviste
- Saluto di don Leonardo Sgobba Arciprete Rettore della Basilica
- Saluto del Sindaco Avv. Michele Maria Longo
- Saluto del Presidente del Comitato Feste Patronali Sebastiano Salamida

Book sfogliabile della Rivista
"La Festa dei Santi Cosma e Damiano Patroni di Alberobello" 2015

MANIFESTO-2014

Festa Santi Medici 2014 - Programma

Concerto "Edoardo Vianello in trio"

Dalla Rivista della Festa le seguenti interviste
- Saluto di don Leonardo Sgobba Arciprete Rettore della Basilica
- Saluto del Sindaco Avv. Michele Maria Longo
- Saluto del Presidente del Comitato Feste Patronali Sebastiano Salamida

Book sfogliabile della Rivista
"La Festa dei Santi Cosma e Damiano Patroni di Alberobello" 2014

santi-medici-2013-139

Festa Santi Medici 2013 - Programma

Concerto "Wanted Chorus"

Dalla Rivista della Festa le seguenti interviste
- Saluto di don Leonardo Sgobba Arciprete Rettore della Basilica
- Saluto di don Giovanni Martellotta Rettore emerito
- Saluto del Sindaco Avv. Michele Maria Longo
- Saluto del Presidente del Comitato Feste Patronali Sebastiano Salamida

Book sfogliabile della Rivista
"La Festa dei Santi Cosma e Damiano Patroni di Alberobello" 2013

manifesto-santi-medici-2012-600

Festa Santi Medici 2012 - Programma

Concerto Mimmo De Carlo e Valerio Marchei

Dalla Rivista della Festa le seguenti interviste
- Saluto di don Giovanni Martellotta
- Saluto del Sindaco Avv. Michele Maria Longo
- Saluto del Presidente del Comitato Feste Patronali Sebastiano Salamida
- Comitato - Consiglieri - Ringraziamenti - Stime della festa 2011

Book sfogliabile della Rivista
"La Festa dei Santi Cosma e Damiano Patroni di Alberobello" 2012

MANIFESTO 2011 565X800

Festa Santi Medici 2011 - Programma

Dalla Rivista della Festa le seguenti interviste
- Saluto di don Giovanni Martellotta
- Saluto del Sindaco Prof. Bruno De Luca
- Saluto del Presidente del Comitato Feste Patronali Sebastiano Salamida
- Comitato - Consiglieri - Ringraziamenti - Stime della festa 2010

Book sfogliabile della Rivista
"La Festa dei Santi Cosma e Damiano Patroni di Alberobello" 2011

MANIFESTO thumb cat

Festa Santi Medici 2019 - Programma

Concerto "Ivana Spagna"

Book sfogliabile della Rivista
"La Festa dei Santi Cosma e Damiano Patroni di Alberobello" 2019

Presepio-thumb

Il Presepe Vivente organizzato dall'Associazione Culturale "Da Betlemme a Ge­rusalemme"
La Mostra Nazionale dei Presepi Tradizionali ed artistici che s tiene nel Museo del Territorio "Casa Pezzolla" dal 2003.

rievocazione-thumb

Racconta gli avvenimenti che portarono al 27 maggio 1797, giorno in cui, finalmente dopo secoli, la città fu liberata dal regime feudale ed i suoi abitanti conquistarono i diritti civili tanto ambiti.
Locandina - Foto - Video

foto-gruppi-festival

Nel 1984, nel suggestivo scenario dei Trulli, ha inizio il Festival Folklorico Internazionale "Città dei Trulli", manifestazione basata sulla formula dello scambio tra i "gruppi", per favorire la conoscenza delle tradizioni di diversi Paesi ed offrire la possibilità di contatto tra i giovani.
Ogni anno gruppi di artisti provenienti da diverse parti del Mondo arrivano nella nostra città per il 'Festival'
Rappresenta  la principale manifestazione dell'estate alberobellese


freccia

festival folklorico 2011 1000

Saluto del Sindaco Bruno De Luca

Saluto del Vicepresidente e Assessore al Turismo della Provincia di Bari
Nuccio Altieri

Saluto dell'Assessore allo spettacolo e Manifestazioni Angelo Greco

Saluto del Presidente del Festival Nino Agostino

Presentazione gruppi folkloristici:

- Gruppo "ARUANDA"Brasile
- Gruppo MACKAY MALAMBO BALLET General Villegas (Buenos Aires)
- L'Associazione Culturale SANALIMU Kenya
- Gruppo HORENAK Repubblica Ceca
- Gruppo Folkloristico "Giuseppe Moffa"


notte-briganti-thumb

La “Notte dei Briganti”, presso la “Fondazione Scuola Agraria Gigante - Casa Rossa” vuole offrire un momento di riflessione e di festa.
Lo scopo è il recupero del valore culturale e storico del brigantaggio, fenomeno che ha interessato direttamente, dal 1860 al 1864, la “selva” di Alberobello.
Dal 2007 un gruppo di giovani (Ass. Sylva Tour and Didactics) sono animati dalla volontà di valorizzare e rendere fruibile il patrimonio culturale non solo artistico, ma anche ambientale e paesaggistico del nostro territorio.

experimenta

Experimenta Alberobello Città Spettacolo, è un contenitore, un marchio sotto cui, tra fine luglio ed agosto dal 1999 , sono confluite esperienze spettacolari provenienti da discipline artistiche differenti: musica, teatro, poesia ed arte contemporanea (live installation, mostre stanziali). Una caratteristica della rassegna è la forte connessione col paesaggio che non è solo un fondale un set all’interno del quale si svolgono le rappresentazioni, ma un elemento di riflessione  che va ad interferire con la musica, i video ed i versi che in queste giornate attraversano Alberobello.

estemporanea_logo
Da circa 10 anni la Pro Loco organizza "Estemporanea di pittura" e il concorso "Premio Unesco".
In questa sezione collocheremo tutte le mostre pittoriche, fotografiche e raffigurative, che rappresentano certamente un vanto per la nostra terra.

checco-zalone-che-bella-giornata (7)   checco-zalone-che-bella-giornata (11)checco-zalone-che-bella-giornata

Trama - Foto - Video spezzone girato ad Alberobello - Checco Zalone biografia - Recensioni varie


locandina_Le_Bande032locandina_big

Trama - Foto -  Video - Recensioni varie


Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: