• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Trittico Unesco 2021, l’ultima tappa arriverà ad Alberobello
La seconda edizione della manifestazione si chiuderà domenica 10 ottobre nella Capitale dei trulli

Sarà Alberobello a chiudere l’edizione 2021 del Trittico dell’Unesco. L’arrivo nella Capitale dei Trulli di domenica 10 ottobre segnerà la conclusione della manifestazione che si svolge sotto l’egida della Federazione ciclistica italiana e vede insieme, in sinergia, otto società, alcune parti integranti del Consorzio Puglia Bici e Futuro: Scuola di Ciclismo Franco Ballerini - M&M Bike Andria - Spes Alberobello - 1D+ - Team Eurobike Corato - GS Patruno Canosa - e altre attualmente pur non facendo parte si sono messe a disposizione per un vero lavoro di squadra, come Polisportiva Re-Cycling Bernalda ASD Narducci Edil Cofano in rappresentanza di un vasto territorio e ben 5 città: Fasano, Matera, Andria, Noci, Alberobello, due regioni (Puglia e Basilicata) e quattro province (Brindisi, Bari, BAT, Matera).

L’edizione 2021 del Trittico è animata da un unico obiettivo: superare gli steccati del campanile. Unire le forze. Far correre le idee.

Il Trofeo Unesco è una tre giorni di sano sport per connettere, con quel magnifico mezzo di locomozione verde qual è la bicicletta, tre monumenti dell’Unesco della nostra terra: Matera, Castel del Monte e Alberobello.

«Quest’anno i nostri trulli compiono 25 anni dal riconoscimento Unesco – ricorda il sindaco Michele Longo – e l’arrivo del Trittico ad Alberobello è un ulteriore modo di celebrare questo prestigioso traguardo. Lo sport, e i valori che con le sue discipline si tramandano, appartengono a tutti, proprio come i nostri trulli, patrimonio dell’umanità e di umanità. Questa manifestazione, dopo il successo dello scorso anno, continua rafforzando ulteriormente una collaborazione con gli altri Comuni, iniziata nel 2020, continuata e allargata ad altre realtà in occasione del campionato italiano donne élite Costa dei Trulli di giugno scorso. Un ulteriore tassello che aggiunge concretezza all’obiettivo grande che unisce i nostri territori, dalla costa ai trulli: ospitare la tappa di un giro d’Italia e, soprattutto, realizzare il sogno di portare in Puglia il Campionato del mondo di ciclismo. Per raggiungere questi traguardi stiamo lavorando con impegno, entusiasmo e grande passione e non smetteremo di pedalare finché non li avremo tagliati».

«Anche questa manifestazione, come il campionato italiano rosa di giugno e come le tanti manifestazioni ciclistiche che vedono Alberobello protagonista, sarà occasione di promozione non solo sportiva, ma anche e soprattutto turistica – dice l’assessore allo Sport Antonella Ivone –. Il ciclismo, infatti, è grande veicolo di turismo e quindi strumento indispensabile di visibilità per il nostro territorio. Ben vengano quindi iniziative come queste che, attraverso lo sport sono vetrine importanti per le bellezze di un comprensorio unico per peculiarità architettoniche e paesaggistiche».


La tappa conclusiva del Trofeo Unesco 2021 sarà caratterizzata da due perle nello stesso giorno. Sia juniores che Esordienti e Allievi gareggeranno infatti nel cuore della Valle D’Itria, smarcandosi tra i suggestivi trulli disseminati tra Noci e Alberobello nel 1^ Trofeo “Un dente in più”, organizzato dalla società 1D+ nella quale presta la sua opera di allenatore e formatore l’ex prof Leonardo Piepoli, il “trullo volante”. Delle tre categorie, tuttavia, i più grandi disputeranno una gara in linea, mentre i cadetti si sfideranno in una prova a cronometro individuale. Per l’atto finale del Trofeo Unesco, i soci dell’ASD 1D+ si sono divertiti nel tracciare un percorso altamente suggestivo, scegliendo strade secondarie e non intaccando quindi la viabilità principale in una domenica che si preannuncia ancora foriera di turisti per i due gioielli della Valle D’Itria.
Categoria juniores
In particolare, il percorso dedicato alla categoria juniores, prevede un circuito di 26,4 km da ripetere tre volte più una metà da disputarsi nel finale di gara, per un totale di 92,4 km. Si parte alle 9:15 dal pieno centro di Noci, in via Aldo Moro, iniziando la multicolore sfilata cittadina che si conclude, dopo aver percorso via Principe Umberto e via Rimembranza, all’innesto sulla SP 161, dove la corsa varcherà il km 0. Percorrendo la provinciale sul tecnico e nervoso tracciato sino alla località Monte La Guardia, i corridori delle classi 2003 e 2004 avranno già un assaggio di quello che li attenderà per tutta la corsa: un percorso imprevedibile, altamente pittoresco e pronto a riservare colpi di scena, esattamente come è successo a giugno nelle fasi conclusive del campionato italiano femminile “Costa dei Trulli 2021”. I corridori faranno bene a memorizzare questo tratto, poiché sarà la porzione di circuito ripetuta nelle battute finali.
A metà del circuito la carovana sarà nel cuore di Alberobello (via Acquaviva, sottovia via Mansoni, via Capecelatro, innesto via Mottola), riprendendo la strada per Noci in direzione Monte Carello sulla SP 58 (480 m slm), il punto più alto della Corsa. Al terzo passaggio nel centro di Noci la gara si infiammerà per i momenti conclusivi sul tratto vallonato, particolarmente favorevole alle fughe per via delle numerose curve che celano facilmente chi va in avanscoperta a chi resta nella pancia nel gruppo. Giunti in Alberobello, strappo deciso per superare il passaggio a livello e ultimo km – flamme rouge – piazzato su via Acquaviva, per poi imboccare l’elegante Corso Vittorio Emanuele, dov’è collocato il traguardo (previsto tra le 11:40 e le 12:20), in leggerissima discesa. Un percorso per passisti e per opportunisti. Ma occhio ai venti e ai giochi di squadra!
Categorie allievi ed esordienti
Non potendo, da regolamento, disputare due gare in linea in due giorni consecutivi, per le categorie giovanili allievi ed esordienti, gli organizzatori di ASD 1D+ hanno predisposto una prova a cronometro individuale breve ma molto intensa, che metterà a dura prova diverse skill dei partecipanti, sempre più richieste nel background atletico e culturale dei giovani atleti in formazione. 7 km di pura tecnica e velocità, partendo dalla suggestiva chiesa di Santa Maria di Barsento e fiondandosi subito in discesa verso il bivio di Monte la Guardia per innestarsi sulla parte conclusiva del percorso disegnato anche per gli juniores. Dei colleghi maggiori, allievi ed esordienti ne condividono infatti il finale, con lo strappo del passaggio a livello e l’arrivi in Corso Vittorio Emanuele. Per gli allievi la partenza del primo corridore è prevista alle ore 16:30, per gli esordienti alle ore 15:30. 98 i metri di dislivello complessivi sui 7 km di tracciato.

Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: