• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

tango_tambien_26_luglio_2011Tango también… Argentina, sogno e bisogno d’Italia: dal folklore al tango 26 luglio 2011 ore 21,00 (replica della serata del 20 luglio)

A partire dalla metà dell’800, l’Europa meridionale, e in particolare il Mezzogiorno d’Italia, vide milioni di disperati partire per affrontare la dolorosa incognita dell’emigrazione.

Cominciò così, nel modo più drammatico che si possa immaginare, la storia dello straordinario vincolo che ancora oggi lega a doppio filo la nostra regione alla grande nazione latinoamericana. Un vincolo indissolubile stretto anche e nonostante le grandi atrocità “sudamericane”, come quella dei desaparecidos.

Basti pensare al suo fenomeno culturale più noto a livello planetario che, senza gli emigrati pugliesi, sicuramente non sarebbe stato né sarebbe lo stesso. Ma il tango, però, in Tango También… conclude il percorso proposto nel variegato patrimonio musicale folclorico argentino e dai suoi ritmi: huayno, candomble, vals, milonga, chacarera, zamba… tango. Un repertorio variegato che lega territori vastissimi e differenti: Ande, Patagonia, La Plata... Quindi, si arriva al tango.

A quello “struggimento per il tempo passato che non tornerà più” o a quell’“erotica tensione di più solitudini”, quasi come dolori addirittura desiderati per poterli lenire con l’abbandono. E ai Poeti che lo hanno celebrato (Borges, Ferrer, Cortázar) e che diventano il percorso recitato/cantato/suonato di questo omaggio raffinato al fenomeno rioplatense in cui si sono mescolati tre continenti: Africa, Europa e Sud-America… Un meticciato che diventa prova-provata di virtù non solo artistiche, ma culturali.

Un fenomeno scritto, letto, ri-scritto e ri-letto da pugliesi, come quel pugliese di nome Astor che ha felicemente spostato il ‘battere’ con il ‘levare’ facendone un vero e proprio patrimonio musicale mondiale. “I Messicani discendono dagli Aztechi, i Peruviani dagli Inca,e gli Argentini discendono dalle navi.” (Manuel Puig)

TERRAE:
Rocco Capri Chiumarulo canto, chitarra - N. T. E.:
Pierluigi Balducci basso
Gianni Iorio bandoneón
Pasquale Stafano pianoforte
IL SOFFIO DELL'OTRE:
Nico Berardi zampogna, chitarra, charango, quena
Ospite: Pippo D'Ambrosio bombo, percussioni
VOCE OFF: Anna Garofalo

Alberobello(Bari)
Trullo Sovrano
ore 21,00
ingresso libero
Info. 080 4326030

Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: