• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Italo PalascianoGiornalista professionista, Italo Palasciano (Alberobello, 12 marzo 1927 – Bari 13 febbraio 2007), all’indomani dell’ultima Guerra Mondiale e fino al 1982, è stato redattore per la Puglia del quotidiano “L’Unità”, in qualità di esperto dei problemi dell’agricoltura pugliese e della sua storia; in precedenza aveva collaborato con “Paese Sera”, mentre per conto dell’Istituto Feltrinelli era stato fra i curatori della “Bibliografia della stampa operaia e contadina in Puglia dal 1846 al 1924”.

Ha collaborato nel 1953, su incarico dell'Istituto Feltrinelli, alla bibliografia della stampa operaia e contadina in Puglia dal 1864 al 1924.

  • Ha pubblicato, nel volume Braccianti (Ed. sindacale italiana, Roma, 1969)
    "Aspetti del risveglio nelle campagne meridionali: le raccoglitrici di olive";
    "Gli anni della formazione di Giuseppe Di Vittorio" in Braccianti;
  • Storia e Cultura: Di Vittorio, il lavoro e le lotte del 1° Maggio (Biblioteca provinciale De Gemmis, Bari, 1978);
  • Le lunghe vie erbose (Capone editore, Cavallino di Lecce, 1981, premio Marangelli Città di Conversano); "Le vie della transumanza" in Atlante delle locazioni della Dogana delle pecore di Foggia, (editore Capone, Cavallino di Lecce).
  • Ha curato il volume “La Puglia del '700”.
  • Lettere di una viaggiatrice di Matilde Perrino, sempre per l'editore Capone.
  • Alberobello nel Sette e Ottocento, Cronache selvesi tra contadini; 'signorini' e briganti, Schena, editore, Fasano, 1987.
  • Alberobello patria ristretta, Coreggia e altre vicende (ed. Schena, Fasano)

Testi e foto tratti da "Riflessioni Umanesimo della Pietra"

Foto Originale

Italo Palasciano

 

 

Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: