• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Approvato il progetto del nuovo Cimitero, che l'archi­tetto Antonio CURRI volle ispirare ad evidenti linee egizie (forse per il medesimo influsso medio-orientale che aveva de­terminato la struttura e l'aspetto del trullo primitivo), i Con­siglieri comunali dell'epoca, in successive riunioni, stabilirono che:

— con delibera n. 1092 - del 5 luglio 1902 - si iniziassero i la­vori per la costruzione del nuovo Cimitero affidandoli alla ditta Tateo sotto la direzione del Ing. Sgobba;

— con delibera n. 1114 - del 22 novembre 1903 - fossero liqui­dati gli averi dell'appaltatore corrispondenti aL. 3458,23;

— con delibera n. 1133 - del 25 aprile 1903 - si approvasse il progetto di parziale sistemazione;

— con delibera n. 1182 - del 1" maggio 1904 - si concludesse- * ro i lavori di sistemazione.

Il 23 ottobre del 1904 fu benedetto il nuovo Cimitero li­mitato all'attuale prima spianata.

A seguito di ulteriori lavori di ampliamento e di sistema­zione dei viali e delle scalinate laterali, compiuti nell'ultimo cinquantennio, il Cimitero ha assunto l'aspetto attuale (v. al­legato n. 2).

PREMESSA AL LAVORO DI RILEVAMENTO

In data 10 maggio 1977 il Sindaco di Alberobello BIM­BO prof. Napoleone affidò allo scrivente, a nome della loca­le Amministrazione, l'incarico di stendere una relazione tec­nico-geologica sull'area interessata ali'AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE su cui, l'ing. Carlo MELCHIORRE aveva redatto un dettagliato progetto (6).

Dopo aver preso atto del regolamento di polizia mortua­ria ed in particolare degli articoli 53-54-56-58 e 59, il sotto­scritto ha iniziato il rilevamento di campagna e la campiona­tura relativa il giorno 18 dello stesso mese.

Le osservazioni scaturite dall'analisi dei dati raccolti in­teressano una ristretta area a Nord del centro abitato di Al­berobello, ove è ubicato appunto il locale Cimitero; tuttavia la problematica locale è stata correlata, per ovvi motivi topo­logici, al più ampio territorio contenuto nella Tavoletta II NW del FOGLIO 190 (Monopoli) della Carta d'Italia (3).

Tale area quadrata, con il lato di poco più di km 10, fa parte del vasto altopiano noto col nome di Murgia dei Trulli; pertanto le osservazioni riportate e le considerazioni finali ri­sentono, ovviamente, della tematica fisio-grafico-geologica della zona suddetta.

La presente relazione tecnica viene suddivisa, tenendo nel debito conto le richieste dell'Amministrazione Comunale, nelle seguenti parti a cui ne vengono aggiunte altre giudicate determinanti dallo scrivente.

Esse sono:

1 - UBICAZIONE - ESTENSIONE - ATTUALE RAPPOR­TO TRA LE SUPERFICI DIVERSAMENTE UTILIZ­ZATE

2 - NATURA FISICO-CHIMICA DEL SUOLO - PROSPE-ZIONI PEDOLOGICHE DI SUPERFICIE

3 - MORFOLOGIA DEL TERRITORIO

4 - NOTIZIE ED OSSERVAZIONI GEOLOGICHE: STRA-TIGRAFIA - TETTONICA

5 - IDROGRAFIA SUPERFICIALE E PROFONDA CON REFERTI RIGUARDANTI LA FALDA FREATICA

6 - OSSERVAZIONI METEREOLOGICHE

7 - SOMMARIO

Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: