• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Gazzetta_del_Mezzogiorno2Cinema: Checco Zalone supera ogni record, per 'Che bella giornata' 7 mln in 2 giorni

Roma, 7 gen.
- (Adnkronos) - Checco Zalone al top: 'Che bella giornata' il film di Gennaro Nunziante di cui e' l'attore e' protagonista batte tutti i record di incassi al botteghino fino ad ora mai realizzati.
Nei primi due giorni di programmazione dagli ultimi dati Cinetel ha incassato 6,8 milioni di euro che sommati agli incassi extra Cinetel dell'intero mercato supera i 7 milioni di euro.


A darne conto in una nota e' l'ufficio stampa di Medusa che fa notare come 'Che bella giornata' sia "in assoluto il film che ha totalizzato in soli due giorni di programmazione il piu' alto incasso al botteghino di tutti i tempi superando colossal quali Avatar e Harry Potter".

(spe/zn/adnkronos)

La Gazzetta del Mezzogiorno.it


Ma che bella giornata
quella con Checco Zalone

Chi ha paura di Che bella giornata, nuovo film con protagonista il barese Checco Zalone? In molti. E sicuramente il produttore Aurelio De Laurentiis che nel presentare a Roma il suo cine-panettone, «Natale in Sud Africa», ha mostrato più che rispetto – oltre che per «Megamind» in 3D – per le potenzialità di questo film che la Medusa farà scendere in campo solo il 5 gennaio. Non si pensi però a quella data come defilata dal ricco mercato natalizio. Non è affatto così. Intanto il 5 gennaio, oltre ad essere ancora dentro le feste, è un appuntamento strategico utilizzato, non a caso, anche l’anno scorso dalla Medusa per il film di Carlo Verdone «Io, loro e Lara» andato poi benissimo al box office (15.788.000). Per una major italiana come Medusa che si può permettere di avere in campo per Natale tre colossi come il film di Massimo Boldi («A Natale mi sposo»), quello di Aldo, Giovanni e Giacomo («La Banda dei Babbi Natale») e quello di Woody Allen («Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni») è il mezzo per rioccupare subito quelle sale dove uno o più film del terzetto cominciano a perdere colpi. 

Per quanto riguarda Checco Zalone – cabarettista, comico, musicista e attore barese con laurea in giurisprudenza – con «Che bella giornata», suo secondo film, si dovrà misurare con il suo esordio straordinario nel 2009 quando con Cado dalle nubi aveva incassato ben 15 milioni di euro. Con la regia di Gennaro Nunziante, «Che bella giornata», prodotto da Taodue e distribuito da Medusa in circa 600 copie, ha come protagonista Checco (Zalone), poliziotto privato di una misera discoteca della Brianza. A causa del pericolo di attentati che richiede misure straordinarie per i luoghi a rischio, il non troppo brillante Checco si ritrova a lavorare come addetto alla sicurezza del Duomo di Milano. In poco tempo, e grazie alle sue spiccate capacità intellettuali, che provocano infiniti malintesi diventa però la vera minaccia al patrimonio artistico italiano e presto ci si rende conto di non aver fatto un grande affare ad assumerlo. Checco poi incontra durante il lavoro Farah (Nabiha Akkari), una studentessa d’architettura che si finge francese e se ne innamora. Farah in realtà è araba ed è a Milano per portare a termine la sua personalissima vendetta: fare un attentato alla Madonnina. La bella ragazza intuisce subito che Checco, ignorante come pochi, potrebbe essere un perfetto e inconsapevole alleato per i suoi piani. Tutto sembra andare bene, ma Farah non ha fatto i conti con l’animo di Checco che cambierà per sempre le sorti della sua vita. Nel cast del film anche: Annarita del Piano, Rocco Papaleo, Tullio Solenghi, Ivano Marescotti, Cinzia Mascoli, Cesare Armando, Hossein Taheri e Matteo Azchirvani.

La Gazzetta del Mezzogiorno.it

Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: