• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2

Salamida_Sebastiano_La_Bottega_dell_ArteSebastiano (Nino) Salamida è nato ad Alberobello il 01 Luglio 1938 dove vive e lavora in Corso Trieste e Trento n.76-80.

Diplomato Geometra all’Istituto “L.Pinto” di Castellana Grotte nel 1958, è stato il primo dirigente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Alberobello dal 1961 al 1976.

Dimessosi da tale incarico, ha svolto la libera professione di Geometra fino al 2012.

Cattolico, impegnato da giovane nell’Azione Cattolica e politicamente da sempre di fede democristiana.

Dal 1981 al 2015 per 35 anni ha ricoperto l’incarico di Presidente del Comitato feste Patronali di Alberobello, dirigendo e coordinando l’organizzazione della Festa Patronale dei Santi Medici Cosma e Damiano.

Dal 1984 al 1991 è stato Presidente dell’Associazione PRO LOCO di Alberobello; in questa veste è stato promotore di diverse iniziative tuttora in essere: a lui si devono l’ideazione e realizzazione del Festival folklorico, della Festa sull’aia e dell’Estemporanea di pittura.

Alla pittura, dopo le prime esperienze giovanili, è giunto da autodidatta a partire dal 1990.

Oltre ad esporre le proprie opere in permanenza presso la propria Galleria in Corso Trieste e Trento n.78 ad Alberobello, ha realizzato varie mostre, personali e collettive fra cui

MOSTRE PERSONALI

1999 – Ass. Turistica PROLOCO – Locorotondo

1999 - Trullo Sovrano - Alberobello

2000 – Torre Civica - Cisternino

2005 – Centro Congressi IRCCS “S.De Bellis” – Castellana Grotte

2014 – Casa D’Amore – Alberobello

2015 – Palazzo Ducale – Martina Franca

MOSTRE COLLETTIVE

1999 – Mostra Nazionale “Noci d’oro” – Noci

2001 – Castello Aragonese – 5° Biennale dello Ionio – Taranto

2001 – Mostra mercato – Alberobello

2007 – Mostra “Alle radici della civiltà” – Turi

2009 – 8° Estemporanea di Pittura – Alberobello

NINO SALAMIDA, in arte MIDA, è un pittore paesaggista che dipinge esclusivamente con colori ad olio su tela.

Oggetto dei suoi dipinti è la nitida e assolata campagna della Murgia dei trulli e della Valle d’Itria, oltre ai maestosi e monumentali ulivi della Terra dei Messapi da Monopoli fino ad Ostuni e oltre.

Stile basato su una gamma cromatica vivace e su un’interpretazione in chiave fiabesca della realtà.

In particolare, tenuto conto che la Puglia e la campagna di Alberobello vede l’ulivo come icona dalle mille storie che hanno coinvolto la nostra civiltà contadina e il suo vissuto culturale, l’autore ha prediletto, nell’ultimo quinquennio (2010-2015), nella sua ricerca pittorica, l’ULIVO, con le due ultime mostre personali di Alberobello (Casa D’Amore – 2014) e Martina Franca (Palazzo Ducale – 2015), aventi per tema: “La Puglia dei trulli degli ulivi dei muretti a secco”.

CENNI CRITICI

Nino Salamida, autore di queste amene vedute di un paesaggio così fortemente antropizzato qual'è quello del sud est barese... non vuole restituirci il paesaggio cui ci ha abituato l'orrenda oleografia disneylandiana..., ma un paesaggio più umbratile, più intimo e meno noto, un paesaggio che ha molto di personale, fatto di masserie sconosciute ai più, di piccole e modeste chiese, di edicole votive disseminate in una campagna ubertosa, ricca di colore, priva quasi del tutto della presenza umana, stranamente antica.

Clara Gelao

La mano naif di Nino Salamida parte da un felice connubio di solarità che vede insieme Van Gogh e la Puglia. Anzi quella parte della Puglia che va dalla Valle d'Itria ad Alberobello. Salamida è un pittore festoso, tutto inscritto in una circonferenza di realismo silenzioso... Pittore en plein air, alla maniera degli ottocentisti... ha deciso di cantare la bellezza della Puglia. La Puglia minore, fatta di urbanistica rurale, una Puglia in via di

degrado se non di abbandono, dopo le ultime rivoluzioni industriali e fughe metropolitane, ma che costituisce la quinta di un palcoscenico sempre in grado di far fibrillare il cuore. Salamida si è proposto di ricostruire un album fotografico delle campagne del sud barese, riproducendo puntigliosamente le edicole, le chiesette, i trulli, le fughe, i cascinali di campagna frequentati fin dall'infanzia. Una campagna che è entrata nel suo sangue e nel suo corpo e dalla quale non riesce a staccarsi. Una campagna che è ormai la sua casa e dove il pittore trova serenità e armonia, dove egli si rifugia e riproduce con foga museale e analitica. Con puntiglio meticoloso e puntinista e nell'apoteosi dei colori squillanti, del giallo solare, dell'azzurro e del bianco e dove i pennelli recitano un continuo inno alla perfetta gioia. Una gioia conventuale che è fatta di contemplazione, di gratitudine e di innamoramento.

Raffaele Nigro

Nino Salamida, la Murgia meridionale, che comprende Alberobello, la conosce bene. Il suo obiettivo, la sua “missione pittorica” è descrivere questa terra nei suoi aspetti migliori, attestando con il suo fare pittorico la propria filiazione. La murgia per lui è madre e padre.

La nitida e assolata campagna della Valle d’Itria fatta di silenzio, di luoghi di solitudine e di quiete, sono aspetti per Salamida mai dimenticati e che si porta gelosamente nel cuore.

Paesaggi e luoghi sono colti nella tonalità di una luce mediterranea, capace di farsi gioiosa figurazione cromatica che canta il depositarsi della luce dorata sui trulli, sui muretti a secco, sulla vegetazione, dando ad essi diritto di essere liricamente esaltati.

Così descrivendo, viene fuori dai suoi pennelli una narrazione pittorica della Murgia costruita con forte spessore realistico.

Un realismo puro, ricco nel frasario formale, capace di supplire con il colore fertile e giocoso l’assenza di figure e persone.

Non un ridondante paesaggio viene dipinto dall’autore, ma vedute in nitide e ariose interpretazioni personali, tendenti a bloccare le atmosfere e il tempo delle architetture rurali e della sua intrinseca vegetazione.

E’ un atto d’amore. Anzi, un patto d’amore con la propria terra natìa.

La pittura di Salamida nasce quindi da un desiderio di immersione, di conoscenza, di amore appassionato che tocca lo specifico naturalistico e nostalgico del paesaggio.

Enzo DiGioia

 

 

 

Trullincorsa Tricolore 2018

"Trullincorsa Tricolore 2018" Video Read More
  • 1

Lino Banfi...Cittadinanza onoraria

LINO BANFI CITTADINANZA ONRARIA DI ALBEROBELLO - TGR PUGLIA 26-05-2018 Read More
  • 1

Cantautori: "Francesco Laera" talenti alberobellesi crescono...

Eccellenze Alberobellesi Link Interno
Cantautori: "Francesco Laera" talenti alberobellesi crescono ...

"Bel tempo si spera" TV2000...Parrocchia di Sant'Antonio

Dalla trasmissione del 5 giugno 2017 Read More
  • 1

Trulli senza barriere...percorso

Trulli senza barriere Link Interno
Percorso con carrozzine motorizzate gratuite e guide turistiche per diversabili

"Train Journey Around The World" servizio BS-TBS TV Giapponese

"Train Journey Around The World" servizio andato in onda sulla BS-TBS TV Giapponese Read More
  • 1

Eventi 2019

Dove Mangiare

Ristoranti, Risto-bar, Pizzerie, Bracerie, Par, Pasticcerie...

Dove Dormire

Alberghi, Bed & Breakfast, Case vacanze, Agriturismo...

Indirizzi pubblica utilità

Salute, Farmacie ed Erboristerie, Banche, Posta, S.Servizio...

Servizi per Autoveicoli

Ricambi auto, Meccanici, Elettrauti, Carrozieri, Gommisti...

allerta

Donazione del Sangue Link Interno

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: