• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

brigantaggio-nella-murgia-dei-trulliTitolo: Il Brigantaggio nella Murgia dei Trulli - Le scorribande del brigante Scannacornacchia fra Alberobello, Noci, Putignano e Castellana Grotte
Realizzazione: Rotary Club Putignano
Edizione: Giugno 2005
Editore: Litografia Stampa Service - Alberobello
Pagine: 40


II Rotary Club Putignano, che ho l'onore di presiedere, in questo anno in cui ricorre il Centenario di fondazione del Rotary Internazionale, ha inteso svolgere la sua attività socio-culturale seguendo il tema: Conoscere il nostro territorio per formulare proposte finalizzate, concrete.

Questo, nella convinzione che qualsiasi intervento mirato implichi la conoscenza puntuale, approfondita del territorio, le sue origini, le sue potenzialità, le vocazioni.

Pertanto, l'attuazione di iniziative volte alla conoscenza estesa a tutti i settori: storia, archeologia, arti, strutture, economia tradizioni, usi, costumi, ... e il perseguimento delle finalità statutarie, quali la promozione culturale e artistica, l'istruzione, la tutela dei beni storici, la salvaguardia e la valorizzazione dell 'ambiente, l'assistenza sociale e sanitaria, la beneficenza, sono alla base dei progetti e delle realizzazioni del sodalizio.

Il prof. Angelo Martellotta, nato e residente ad Alberobello, appassionato ricercatore e studioso dì storia e di cultura locale, che ha al suo attivo numerose pubblicazioni, è stato il protagonista della nostra riunione settimanale interclub, del 7 aprile 2005, finalizzata alla conoscenza del nostro territorio, svolgendo l'interessante tema "II brigantaggio nella Murgia dei Trulli ~ Le scorribande del brigante Scannacorrnacchia fra Putignano, Alberobello, Noci e Castellana", contenuto della presente pubblicazione.

Nicola Spinosa, conosciuto con il soprannome di Scannacornacchia, nato a Castellana nel 1752, giovane spavaldo e impenitente brigante, strumento di oppressione e di vendette, autore di vari omicidi, tra i quali quello della moglie e del suo amante, terrorizzò, tra rapine, agguati e contrabbando i centri urbani e le campagne di Putignano, Castellana, Alberobello, Noci, Locorotondo, Turi, Conversano, Gioia del Colle, Martino Franca, Mottola, Monopoli e Fasano, dal 1776 al 1782, cioè dall’ 'atto del primo delitto alla sua morte.

Durante gli anni della sua malvagia attività, poté contare anche sull'appoggio del conte di Conversano, Giulio Antonio Acquaviva d'Aragona, per conto del quale aveva svolto, in cambio, alcuni lavori sporchi.

A soli trentuno anni si fece uccidere da Falcona, la sua amante, per non farsi catturare.

È questa una pagina della nostra storia che il Club Rotary Putignano, pubblicandola e distribuendola nelle scuole dei nostri Comuni, vuole far conoscere, soprattutto ai giovani, quale testimonianza di un aspetto della realtà in cui vissero i nostri avi.

Alberobello, 20 giugno 2005

Gino Angiulli

Presidente del Rotary Club Putignano

Anno del Centenario 2004-2005

Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: