• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

FEM 7717

Il Concorso Video - Fotografico “DIPENDE” indetto dalla Università del Tempo Libero “don Giacomo Donnaloja” e Parrocchia Sant’Antonio di Padova di Alberobello, con la collaborazione dei Dipartimenti delle Dipendenze Patologiche delle Asl di Bari e di Taranto e dell’ITAS “Basile - Caramia” di Alberobello e Locorotondo; si è concluso nel pomeriggio-sera di venerdi 8 giugno presso il belvedere Santa Lucia.

La bellezza del paesaggio dei trulli, la piacevolezza del sole al tramonto ed un vento frizzante sono stati la cornice di interventi intensi ed emozionati, grazie ai quali, membri della commissione e soprattutto i finalisti del concorso, ragazzi tra i 16 e i 19 anni, hanno potuto tracciare dei percorsi di riflessione sul tema delle dipendenze patologiche a partire dalle opere in concorso, attraverso interventi interessanti, per nulla scontati e aperti a pensieri ancora più profondi sulle fragilità quanto sulle risorse di ogni persona e della Comunità cittadina.

La commissione che ha valutato le opere è stata volutamente ben assortita e competente in più settori: maestri della fotografia e del giornalismo, specialisti delle dipendenze patologiche e professionisti vicini al mondo dei giovani hanno sviscerato tutti gli aspetti utili alla comprensione del tema affidato agli studenti delle scuole superiori coinvolti, quanto agli elementi tecnici per una buona resa e efficace comunicazione dei video e delle foto. Si è offerta così la possibilità di conoscere quante e quali sono le forme di dipendenza a rischio per la salute della persona - da sostanze legali (alcol,fumo di tabacco), illegali (eroina, cocaina, amfetamine, nuove droghe, etc), dipendenze comportamentali (gioco d'azzardo patologico, dipendenze da nuove tecnologie, etc) - e quali sono i servizi attivi sul territorio per la prevenzione, la diagnosi e la cura.

La serata ha ottenuto tuttavia il suo massimo successo quando ogni ragazzo presente ha potuto stringere il microfono e attraverso una breve descrizione della propria opera in concorso, aggiungere un tassello alla costruzione di una maggiore consapevolezza sulle capacità dei giovani e su quanto possano essere una risorsa per capire le dinamiche della società anche nelle sue parti più fragili. Quest’appuntamento di “Dipende” ha confermato l’ipotesi stessa con cui il Concorso è stato pensato e avviato: i giovani sono la linfa vitale di una comunità, capaci come sono di intercettare i bisogni della propria generazione e di saperli comunicare, se ascoltati; risvegliando con la loro voce, comunque essa si esprima, gli entusiasmi dei “vecchi”.

La novità assoluta dell’iniziativa è stata rappresentata dalla formula espositiva della mostra. Questa idea e allestimento delle opere finaliste e vincitrici prendono il nome di “spazio ai giovani” e coerentemente con l’idea di una comunità accogliente che sa vedere e ascoltare i propri ragazzi, le vetrine degli esercizi commerciali della piazza e della via principale di Alberobello ospitano ognuna una foto e i video sono proiettati presso altri posti di pubblica fruizione.

La serata di premiazione e dialogo è stata l’occasione per ricordare una persona scomparsa da soli pochi giorni. Il primo classificato per la categoria foto è stato onorato del “premio Anna Lomuscio”, a ricordare la possibilità di Vedere e Imprimere la Bellezza, in qualunque forma essa si manifesti e i nostri occhi sanno coglierla. E’ stata dunque annunciata la prossima edizione del Concorso Video-Fotografico della Università del Tempo Libero “don Giacomo Donnaloja” che sarà intitolato a questa ragazza, nel ricordo vivo del suo amore per la Vita e nella ricerca di orizzonti di Bellezza.

Così come bella è stata l’iniziativa del Concorso, nel suo coinvolgere tanti giovani; la serata finale, nel suo alternarsi di emozionate voci giovani e adulte; bello lo spirito che ha acceso; quello di aver cura di un dialogo sempre attivo, capace di curare e far crescere.

Annalisa Tauro

Vincitori della sezione Video:

  1. CLAUDIA MASELLIS “LIKE YOURSELF”
  2. SIRIA COSTANTINI “TUTTO SI CONSUMA NULLA RIMANE”
  3. FRANCESCO LAERA E VANIA GIANNINI “DIPENDENZE”

Vincitori della sezione Fotografia

  1. ALESSIO ROMANAZZI “DUALISMO”
  2. ANGELO CONVERTINI “VICINANZE… INCOLMABILI”
  3. ILENIA PAZIENZA “ALICE INCONTRA LO STREGATTO”

Voto della giuria popolare

Foto di Federica Mancini

Opere in Concorso

SEZIONE VIDEO

VIDEO 1 - Claudia Masellis - Like Yourself

 

VIDEO 2 - Gaetano Mondelli - Temi morti

 

VIDEO 3 - Siria Costantini - Tutto si consuma nulla rimane

 

VIDEO 4 - Francesco Laera e Vania Giannini - Dipendenze

 

SEZIONE FOTOGRAFIA

 

FOTO 1 - Agostino Lippolis - L'Assenza

FOTO 2 - Agostino Lippolis - Perdersi

FOTO 3 - Alessio Romanazzi - Dualismo

FOTO 4 - Angelo Convertini - Vicinanze incolmabili

FOTO 5 - Antonio Mansueto - Conoscenza multipla

FOTO 6 - Antonio Mansueto - Mettersi in catene

FOTO 7 - Francesca Caruso - Vuoto e solitudine

FOTO 8 - Francesca Caruso - Quando tutto diventò blù

FOTO 9 - Giorgio Convertino - Prospettiva limitata

FOTO 10 - Graziano Moliterno - Costruire il nulla

FOTO 11 - Ilenia Pazienza - Alice incontra lo Stregatto

FOTO 12 - Ilenia Pazienza - Alice e la Regina di Cuori

FOTO 13 - Ilenia Pazienza - Il processo di Alice

FOTO 14 - Mauro Corbascio Vincenzo - Io e l'amico mio

FOTO 15 - Miriana Giotta - Il brindisi della sconfitta

FOTO 16 - Nicola Schettini - È solo un gioco

FOTO 17 - Rosa Petruzzi - Distanze ravvicinate

FOTO 18 - Stefania Carmen Martinelli - Dalla luce al buio senza ritorno

FOTO 19 - Valentina De Leonardis - La maschera

 

Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: