• SPECIALE 100° Giro d'Italia

    Articoli, foto e video... Read More
  • Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2
  • 3
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

IMG 20170517 160300

Intervista a Leonardo Marco

Per continuare le tradizioni....

Salvaguardare un patrimonio come i Trulli di Alberobello è un dovere oltre che una grande responsabilità.

Responsabilità che si identifica nell'originalità con cui, storicamente, i trulli furono edificati. Alberobello entra nel Patrimonio Mondiale UNESCO nel 1996, e due, tra i diversi fattori che l'hanno reso possibile sono l'unicità e l'originalità.

Le famose chiancarelle, che ricoprono il cono del trullo, sono ormai materiale raro, ma la natura come sempre pone rimedio donando luoghi in cui è ancora possibile estrarre queste lastre di roccia di natura carbonatica dal colore grigiastro, le uniche ed originali a vestire il cono del Trullo.

Ma oggi tutto questo è possibile? Si!

chiavi per trulloA soli 3 chilometri da Alberobello, in Contrada Zippo (località "Mangiato") sorge la Cava Marco "Naturalmente Puglia" di Leonardo Marco.

Quasi per caso Leonardo scopre, in seguito a lavori di ristrutturazione, che il terreno presentava una morfologia insolita.

Dopo attenta analisi di un gruppo di geologi si giunge al risultato che nel terreno è presente il lastricato tipico per il rivestimento dei coni, e non solo, ma ogni tipo di pietra usata per costruire il trullo. Dalla chiancola alla candela al muratura esterna, al lastricato per il piazzale, al muretto al secco...
Ancora una volta la storia si ripete e rimarca che la tipicità ed originalità di un manufatto dipende dal luogo in cui originariamente è stato costruito.

Da subito Leonardo si adopera per avere tutte le autorizzazioni di estrazione (Determina Dirigenziale della Regione Puglia n. 20 del 19 marzo 1999), nasce cosi la Cava Marco.

Ma come spesso accade, nonostante questa miniera di oro grigio, gli utilizzatori del materiale hanno spesso abdicato a favore della pietra segata o della pietra di Trani, quest'ultima ottima per tanti altri lavori ma non per i trulli le cui caratteristiche sono ben più lontane dal nostro lastricato. Nonostante ciò Leonardo va per la sua strada e continua la puntuale estrazione, convinto che prima o poi l'originalità la spunterà. Infatti il tempo gli darà ragione.

Molti i lavori realizzati in giro per la Puglia, e non solo, originali e di rara bellezza.

Lastricato o pietra segata? Che significa!

La differenza è nota, soprattutto agli addetti ai lavori, Leonardo ci spiega alcune differenze.

Il lastricato o chiancarella, come dice la parola stessa, è una lastra di pietra stratificata, millenaria, ed una volta estratta conserva le sue caratteristiche quali: il colore bianco-grigiastro, idrorepellente e impermeabilie ma al contempo traspirante. L'unico intervento sulla lastra è la sagomatura per farla diventare chiancola.

La pietra segata, si capisce subito, è un blocco di pietra morbida (tipo gesso) che viene estratta e lavorata, quindi vengono tagliate lastre tutte uguali (segate morbide) ma non hanno nulla a che vedere con la chiancarella originale. Le pietre segate sono porose e molte volte si hanno infiltrazioni di acqua, condensa e umidita, non hanno nulla a che spartire con la natura del trullo.

Il costo della lastricato?

Ancora una volta si rimarca la storia!

Il trullo nasce perchè la pietra locale che si estraeva dal sottosuolo, nel dissodare i terreni che avrebbero ospitato vigneti o uliveti, era così tanta e di rara bellezza che pensarono bene di utilizzarla per costruirci case, trulli e commerse.

Oggi il lastricato originale estratto dalla cava Marco ha lo stesso costo della pietra segata. Perchè quindi usare una pietra non originale e con caratteristiche che alla lunga si faranno sentire come condensa ed umidità e pioggia.

Ma ad Alberobello, e nei paesi limitrofi si utilizzano le pietre originali come le chiancarelle per rivestire i trulli?

Ci auguriamo che sia così!

Da saggi eseguite sul territorio dove sorge la cava si stima che si possano estrarre pietre per i prossimi 100-150 anni.

Le pietre estratte dalla cava Marco sono utilizzate per tutto il territorio dei Trulli, non solo per Alberobello. Sta alla cultura della gente e della Sovraintendenza alle Belle Arti far si che si rispettino la tradizione e l'originalità con cui il nostro patrimonio, unico e irripetibile, sia salvaguardato.

Oggi la Cava Marco "Naturalmente Puglia" è l'unica al MONDO per la originalità del materiale e lavorazione.

Orari di apertura 08.30 - 12.30 e dalle 14.00 - 17.00

Website: www.natpuglia.org

Website: www.apuliastones.com 

Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel 080 4402020

Mobile 3472440540

ozio_gallery_nano

Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: