• 1
  • 2
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

alberobello murge memorial dellerba 2016

La Spes si appresta a vestire l’abito da festa, quello riservato alle grandi occasioni, il prossimo 10 aprile, giorno dell’Alberobello - Murge “Memorial Giacinto Dell’Erba”. Nulla verrà trascurato per l'edizione numero 21 della regina delle Gran Fondo, la macchina organizzativa spessina è ormai in piena attività per far sì che tale evento rimanga nella memoria dei fortunati partecipanti.

Chilometraggio praticamente inalterato 137 Km Granfondo – 101 Km MedioFondo

Analizziamo il percorso:

La larga sede stradale della SS 172 in direzione Putignano, permetterà la partenza contestuale della GF e della MF. Dopo 6 km, si arriverà alla rotonda della 172 ed il gruppone piegherà a sinistra in direzione Noci, andando ad affrontare la prima asperità di giornata, la salita di Barsento Km 1.1 pendenza al 6%, che determinerà una prima selezione, quantomeno allungherà il gruppo, e ne provocherà la rottura nelle retrovie. Considerando poi i “mangia e bevi” successivi, prima di giungere nell’abitato di Noci, c’è da scommettere che non ci sarà molto spazio per recuperare terreno.

A Noci, si procederà in direzione Alberobello, dove all’altezza del ponte avverrà lo sdoppiamento dei percorsi, con il corto che imboccherà la rampa a sinistra per immettersi sulla circonvallazione, mentre il lungo andrà a destra per andare ad imboccare la SP direzione Martina, che lascerà subito dopo svoltando a destra per la SP Mottola-Massafra.

Qui lo scenario è quello della Murgia Tarantina, con strade a scarsissimo traffico veicolare e immerse nel verde dei boschi di querce e lecci che affiancano queste strade. A proposito di Lecci, sicuramente non avranno modo di notarli i ciclisti, sul famoso strappo del “Monte del Leccio”, un autentico muro di 700 metri circa con punta di pendenza al 17% che la nostra corsa ha già affrontato qualche anno fa. Ancora qualche km ed il percorso si immette sulla Martina-Mottola prima, per poi proseguire sulla Mottola-Noci, strade che in gruppo si affrontano ad alta velocità ma contraddistinte da sali-scendi velenosi, che se è vero che non determineranno selezione immediata, è altrettanto vero che lasceranno scorie nei muscoli dei corridori, scorie che presenteranno poi il conto quando si arriverà alle salite clou della corsa,… salita dei “Leoni”, o del “Maniero” vi dicono qualcosa?

Giunti nuovamente a Noci i granfondisti si immetteranno sul medesimo percorso del MF, procedendo in direzione Putignano, proseguendo sulla SS 172 verso Alberobello, fino a raggiungere la rotatoria che hanno lambito in mattinata nei primi 6 km, ma svoltando a sinistra per il Canale di Pirro come negli anni scorsi.

Raggiunta la grande rotatoria del Canale, si girerà a sinistra in direzione Castellana Grotte.

Giunti nell’immediata periferia di Castellana Grotte, si devierà a destra per immettersi dopo qualche km sulla provinciale verso la Selva di Fasano, andando ad affrontare altri “mangia e bevi”. Prima dell’abitato della frazione monopolitana di Antonelli, si girerà a sinistra dove dopo qualche KM si andrà ad affrontare un altro muro ancora più impegnativo del “Leccio”, si tratta del “Lama Scrasciolla” 500 M, con pendenza massima al 17% (non fosse per i nomi italiani, sembrerebbe di descrivere i “muri” Valloni della Liegi-Bastogne-Liegi) che riporterà la carovana al centro di Antonelli, da dove si proseguirà sempre in direzione Selva, fino a raggiungere il bivio con svolta a sinistra verso il Capitolo Mare, tornando nuovamente sul vecchio percorso.

Da qui in avanti, viene riproposto lo stesso finale impegnativo degli anni scorsi, con la salita simbolo delle Giritoie dello Zoosafari o dei “Leoni” che dir si voglia, Km 3 con pendenza media al 9%, e infine quella del Maniero di Santa Croce Km 1.6 pendenza media al 7%, pendenza max al 20%.

L’arrivo è confermato nell’impareggiabile scenario del vialone di Largo Martellotta, dove anche… i crocieristi incuriositi, si fermano a vedere l’arrivo del variopinto serpentone di ciclisti, e che foto alla mano, rimane il traguardo più affascinante in assoluto delle corse amatoriali che si possa vedere in giro per il sud Italia.

Il post competizione si terrà nell’adiacente piazza Trevisani, location in linea col trend dell’evento, dove verrà servito un adeguato pasta party prima delle premiazioni finali.

ASD SPES ALBEROBELLO

I Trav. Viale Putignano 7

Alberobello (BA)

 

Potrebbe interessarti anche..

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: