• Alberobello

    Storia Read More
  • Cultura

    Associazioni culturali, Gastronomia, Sport... Read More
  • 1
  • 2
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Andrea Matteo Acquaviva (1457-1529), figlio di Giuliantonio I (che, come scrive Gioia ottenne dal re delle Due Sicilie Ferrante, con un Diploma del 30 aprile 1479 di poter unire al propio il cognome di Aragona entrando così di fatto a far parte della famiglia regale) è il primo dei dodici baroni della casa Acquaviva d'Aragona che governarono su Alberobello.

A lui, infatti, il re Ferrante volle assegnare, dopo la guerra contro i Turchi combattuta ad Otranto ed alla quale partecipò in prima persona Giulantonio, il possesso della città di Conversano, delle terre di Castellana, Turi, Casamassima, Noci, dei casali di Castiglione, Frassineto, Temelgia e della selva di Alberobello.

La tradizione lo descrive come un guerriero impegnato a combattere sempre a seconda degli eventi e del proprio vantaggio: nel 1484, col titolo di Luogotenente Generale contro i Veneziani in Puglia; nel 1496, contro gli Aragonesi ed in favore di Carlo VIII; nel 1502 contro gli spagnoli ed in favore dei francesi; infine nella battaglia di Rutigliano del 1502, durante la quale fu fatto prigioniero e venne rinchiuso per quattro anni nella prigione di Napoli.

Potrebbe interessarti anche...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo accetti qualunque suo elemento ed acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: